dicembre 12, 2022

È molto comune che il bambino si svegli quando lo metti a dormire nella culla. Sapevi che un bambino che si addormenta tra le tue braccia o sul tuo petto ma si sveglia da solo nella culla può sussultare e avere difficoltà a riaddormentarsi?

Immagina che ti sia successo qualcosa di simile, ad esempio, che ti sei addormentato sul divano di casa e all'improvviso ti sei svegliato nel tuo letto... Magari ti spaventeresti e rimarresti per un po' a pensare “e come sono arrivato qui?” ”. Ebbene, la stessa cosa può succedere ai bambini; Potrebbero allarmarsi se si addormentano sul tuo petto o tra le tue braccia e si svegliano nella loro culla.

In questo articolo spiegheremo come invertire questa situazione e aiutare il tuo piccolo a dormire nella sua culla.

COSA SONO LE ASSOCIAZIONI DEI SOGNI?

Un'associazione al sonno è qualsiasi cosa nell'ambiente che il bambino associa fortemente al sonno, cioè sono segni o indizi che dicono al bambino che il sonno sta arrivando. I bambini si abituano a ciò che viene loro presentato, quindi se si abitua ad addormentarsi tra le tue braccia, diventerà dipendente da esso per addormentarsi. Se i segnali di sonno del tuo bambino dipendono da te, il tuo bambino avrà bisogno che tu gli dia di nuovo quel segnale quando si sveglia.

I bambini non vengono al mondo aspettandosi di essere cullati, tenuti in braccio o nutriti per addormentarli. Queste sono cose che presentiamo loro e alle quali si abituano. Dormire bene è un'abilità appresa ed è nostro compito come genitori insegnare ai nostri figli come dormire bene a beneficio della loro salute e del loro benessere man mano che crescono.

Igiene del sonno significa implementare abitudini sane intorno al sonno. Per fare questo, è importante insegnare loro le abilità in modo che imparino ad addormentarsi in modo indipendente. Una delle chiavi per imparare ad addormentarsi in modo indipendente e rompere l'abitudine di addormentarsi tra le tue braccia è insegnargli ad addormentarsi direttamente nella sua culla.

ESERCITATI A METTERE IL TUO BAMBINO PER NON SVEGLIARSI

Se il tuo bambino fa affidamento su un'associazione per addormentarsi, come il dondolarsi, sarà difficile per lui addormentarsi e tornare a dormire senza questa associazione ogni volta che si sveglia. Il modo migliore per "insegnare" l'auto-calmante è esercitarsi a far dormire il bambino completamente sveglio in modo che abbia l'opportunità di sviluppare da solo le proprie strategie di auto-calmante.

Il tuo bambino ha bisogno di essere SVEGLIO e nemmeno assonnato quando lo metti nella culla. Questo è importante perché un bambino assonnato è fondamentalmente nella prima fase del sonno leggero e ciò significa che ha già avuto il tuo aiuto per addormentarsi.

E COME AIUTO IL MIO BAMBINO AD ADDORMENTARSI NELLA CULLA?

Ti diamo alcuni consigli per iniziare a praticare:

  • Il momento : Se il tuo bambino è troppo stanco o stimolato, sarà difficile per te. Ti consigliamo di leggere l'articolo Il mio bambino è stanco e non dorme per padroneggiare i segnali che il tuo bambino ti mostra per dirti che è stanco.
  • Il luogo : l'ambiente è fondamentale. Si raccomanda che l'ambiente in cui si dorme sia un luogo fresco, calmo, buio, noioso e sicuro. Metti il ​​bambino a dormire nello stesso posto in cui ti eserciti a farlo dormire sveglio (ad esempio nella culla o nel lettino).
  • La pratica : questa è un'abilità che richiede moltissima pratica e tempo per essere padroneggiata. Inizia gradualmente ed esercitati ogni volta che puoi per renderlo un'abitudine quotidiana. Quando il bambino sa cosa aspettarsi, impara sempre più velocemente.
  • Aspettative : non succede nulla dall'oggi al domani. Ti alleni una volta ogni pochi giorni e ti arrendi quando ciò non accade? Rimani coerente. Questo può richiedere mesi e alcuni giorni sono migliori di altri.

CONSIGLIO AGGIUNTIVO

Puoi aiutare il tuo bambino in questo processo di apprendimento a calmarsi e ad addormentarsi da solo con l'aiuto della bambola Lulla. L'introduzione di un peluche come la bambola Lulla permette al bambino di associare il sonno ad un'altra fonte diversa da mamma o papà. Questo gli permette di sentirsi sicuro una volta uscito dalla stanza o quando si sveglia durante la notte. Creerai un'associazione positiva di conforto prima di andare a dormire.

COME POSSO PRESENTARE LA BAMBOLA LULLA?

Inizia a presentare Lulla quando metti il ​​tuo bambino a dormire tra le tue braccia, posizionando la bambola tra le tue braccia e il bambino. Attiva il suo suono e tieni la bambola vicino alla tua pelle in modo che possa assorbire il tuo profumo. Ciò darà al tuo bambino una sensazione extra di sicurezza e comfort.

Il bambino inizierà ad abituarsi ai tuoi suoni e così inizierai a rompere l'associazione esistente con il sonno e inizierai a creare una nuova abitudine. Una volta che il bambino si è abituato a Lulla e ti senti pronto per esercitarti a metterlo a letto da sveglio, inizia sempre a esercitarti con l'aiuto della bambola Lulla.

È MOLTO importante che la Ninna nanna sia inclusa (con i suoni attivi) poiché la maggior parte dei bambini si sveglia durante i cicli del sonno e molto spesso non riesce a calmarsi perché tutti i segnali originali che li avevano fatti addormentare ora sono scomparsi, quello cioè dar loro da mangiare, zittirli, accarezzarli, cullarli, ecc. Abbiamo bisogno che Lulla diventi quel segnale in modo che sia ancora lì quando il bambino si sveglia durante il ciclo del sonno e lo aiuti a ristabilirsi da solo.

Tieni presente che se il tuo bambino ha meno di 12 mesi, l'ambiente in cui dorme deve essere tenuto libero da giocattoli, animali di peluche, ecc. Usa le strisce in velcro per appendere Lulla al lettino fuori dall'ambiente in cui dormi.

La chiave per aiutarti con la bambola Lulla è usarla in tutti i sogni del tuo bambino, giorno e notte. La chiave del successo è la PRATICA. I successi non arriveranno immediatamente , tuttavia, i bambini imparano rapidamente e, se viene loro data l'opportunità di avere successo, si abituano molto rapidamente.

Il nostro compito è offrire loro la migliore opportunità possibile di sviluppare buone abitudini di sonno. E ricorda sempre, la pratica rende perfetti! Se qualcosa che provi non funziona, non mollare! Tutto richiede tempo. L'importante è fare le prove!