gennaio 27, 2023

Se sei un nuovo genitore, probabilmente hai notato che i bambini possono piangere molto. Piangere è il modo in cui il tuo bambino comunica frustrazione o disagio poiché non può parlare! Se sono troppo stanchi, sovrastimolati, affamati, hanno il pannolino sporco, sono annoiati (o hanno altri possibili motivi), te lo faranno sapere piangendo!

Comprendere i bisogni e i segnali del tuo neonato è l'opzione ideale per evitare di piangere. Il tuo bambino ha fame? È stanco? Ha bisogno di un cambio di pannolino? Tuttavia, a volte è inevitabile avere tra le mani un bambino schizzinoso, anche quando pensi che tutti i suoi bisogni siano stati soddisfatti! Ecco 6 consigli per calmare un bambino che piange ed è agitato:

1. PORTARE IL TUO BAMBINO

Il babywearing esiste da centinaia di anni e per una buona ragione. Non solo aiuterà a calmare il tuo bambino, ma ti permetterà anche di fare cose a mani libere (il che è estremamente utile quando sei sola con il tuo bambino!), ma ci sono molti altri vantaggi!

  • Riduce il rischio di depressione postpartum
  • Aiuta a prevenire la sindrome della testa piatta.
  • Buono per lo sviluppo emotivo e intellettuale del bambino
  • 2. PELLE A PELLE O BAGNO CON IL TUO BAMBINO

    Il contatto pelle a pelle è un modo davvero semplice per calmare il tuo piccolo e apportare benefici a lui (e a te!) sia a breve che a lungo termine. È stato dimostrato che praticare il contatto pelle a pelle con il tuo neonato migliora l'umore della madre riducendo l'ansia e lo stress e favorisce il recupero fisico dal parto. È stato anche dimostrato che apporta benefici ai bambini aiutandoli a piangere meno e a dormire meglio. È stato dimostrato che il contatto pelle a pelle a lungo termine aiuta la crescita fisica dei bambini, così come le loro capacità socio-emotive, cognitive e motorie.

    Anche il contatto pelle a pelle avvia il processo di coregolamentazione. Il tuo bambino ha molteplici processi emotivi e fisiologici che impara a regolare nei suoi primi anni di vita (fame, emozioni, risposta al dolore, ecc.). Da neonato, il tuo bambino dipende da te per sostenere e stabilizzare le sue emozioni e il suo comportamento. La coregolamentazione si verifica quando il tuo bambino ti dice il suo bisogno e tu lo soddisfi fornendogli un'assistenza precisa, veloce, comprensiva e sensibile al meglio delle tue capacità in quel momento.

    Una volta che il cordone ombelicale del tuo bambino è completamente guarito, si consiglia di praticare il contatto pelle a pelle con il tuo piccolo durante il bagnetto. Se scegli di farlo, assicurati di farlo in sicurezza! Chiedi a qualcuno di darti il ​​tuo bambino mentre sei nella vasca da bagno e di tenerlo al caldo (controlla anche che l'acqua non sia troppo calda per il tuo bambino!). La presenza dell'acqua aiuterà il tuo piccolo a sentirsi sicuro e confortato.

    3. MOVIMENTO: PASSEGGINO, VIAGGIO IN AUTO, SALTARE O OSCILLARE

    Ti sei mai chiesto perché un giro in macchina sembra far addormentare il tuo bambino? Mantieni il tuo bambino in movimento; sia durante un giro in passeggino (assicurati di utilizzare una funzione di culla per i bambini che non riescono ancora a stare seduti da soli), guidando (non lasciare il tuo bambino addormentato sul suo seggiolino una volta che lo hai portato fuori dall'auto) , rimbalzare su una palla da yoga o dondolarsi li aiuterà a calmarsi perché il movimento ricorda loro il comfort del grembo materno.

    4. CAMBIA IL TUO AMBIENTE: FAI UNA PASSEGGIATA

    Uscire all'aria aperta non porterà benefici solo al tuo bambino, ma anche a te! Fare una breve passeggiata all'aperto è un modo perfetto per migliorare il tuo umore, che di solito è necessario durante le prime settimane dopo il parto.

    5. I 5: SWADDLE, SIDE, SHUSH, SWING E SUCK

     

        • Fasciare – Fasciare il tuo bambino lo aiuterà a calmarsi, poiché la sensazione di sentirsi a suo agio gli ricorderà l'utero. Aiuta anche a calmare il riflesso di sobbalzo del tuo bambino, che spesso può svegliarlo troppo presto e farlo diventare eccessivamente stanco.
        • Sussurrando – Il silenzio completo non è l’ideale per i bambini. Piuttosto, il rumore bianco o i suoni sussurrati aiutano a calmare un bambino esigente. Se stai cercando un suono per aiutare il tuo bambino a dormire, ti consigliamo la bambola Lulla .
        • Sul fianco : tieni il tuo bambino sul fianco per qualche minuto, rivolto verso il tuo corpo, perché potrebbe essere più rilassante per lui che stare in posizione eretta o sulla schiena. Poi mettilo sulla schiena a dormire. Questo trucco è anche un ottimo modo per trasferire un neonato addormentato nella culla o nel lettino, poiché posizionarlo direttamente sulla schiena può innescare il riflesso di spavento quando cade. Soprattutto, assicurati di far dormire il tuo bambino sulla schiena , poiché questa è la posizione di sonno più sicura per aiutare a prevenire il rischio di SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante).
        • Oscillazione : proprio come tenere il bambino in movimento lo aiuterà a calmarlo, tenerlo saldamente e dondolarlo delicatamente (assicurandosi di sostenere il collo e la testa) avanti e indietro creerà una sensazione di oscillazione. Ti consigliamo di mantenere questo movimento abbastanza veloce ed elastico (senza tremare!) poiché sarà il più efficace per calmare il tuo bambino schizzinoso!
        • Suzione : la sensazione di suzione è molto rilassante per il bambino. Se il tuo bambino usa il ciuccio o se stai allattando al seno, usa il ciuccio per aiutarlo a calmarsi molto più velocemente.

    6. COMBINAZIONE: PROVA A COMBINARE PIÙ TECNICHE RILASSANTI

    Se una tecnica calmante da sola non sembra funzionare, prova a sceglierne un paio diverse e a sovrapporle! Un'ottima regola pratica è cercare di replicare la sensazione di essere nel grembo materno nel miglior modo possibile. Il tuo piccolo si sta adattando alla vita fuori dal grembo materno e le tecniche calmanti di stratificazione come l'oscurità, i suoni che zittiscono, il contatto pelle a pelle, l'attivazione del riflesso di suzione (con un ciuccio o il seno) e il movimento sono ideali per un bambino irrequieto. Un esempio più semplice per un bambino più grande che è più abituato alla vita fuori dall'utero potrebbe essere quello di fare una passeggiata mentre si trasporta il bambino, tenendolo vicino al corpo e in movimento! Questo esempio funziona doppiamente, poiché il tuo bambino si sentirà sicuro e confortato, mentre entrambi prenderete una dose di aria fresca (e, si spera, un po' di sole!).

    Tutti i bambini sono diversi quando si tratta di soddisfare i loro bisogni e, come nuovo genitore, può volerci del tempo per capire i bisogni del tuo bambino e come soddisfarli al meglio. Con costanza e pratica, troverai cosa funziona e cosa non funziona per il tuo bambino. Ma il miglior consiglio di tutti? Usa il tuo istinto genitoriale! Ascolta te stesso: sai di cosa ha bisogno il tuo bambino.